ho mobile

Ho Mobile, furto di dati – Rischi e i rimedi

Ho Mobile, l’operatore virtuale di Vodafone, è stato vittima di un attacco hacker il 22 dicembre. Vediamo insieme quali sono i rischi e i possibili rimedi.

Cosa è successo?

Proprio così, Ho Mobile è stato vittima di un attacco hacker il 22 dicembre, data scoperta solo il 28 dicembre quando un utente se ne è accorto, girovagando per il Deep Web e notando la vendita di questo database, riportante le generalità dei clienti di Ho Mobile, numeri di telefono e diversi dati sensibili.

Ho Mobile

Purtroppo solo ieri, 4 gennaio, Ho ha confermato la fuga di dati attraverso una comunicazione e, di conseguenza, disposto le direttive per risolvere la situazione. Purtroppo i dati sono stati rubati, per fortuna però solo una parte di dati è stata trafugata, dunque non necessariamente potreste essere vittima dell’attacco e di conseguenza esposti a ciò di cui stiamo per parlare.

Ho Mobile

Come capire se si è stati vittima degli hacker?

Come dicevo, solo a partire da ieri Ho mobile ha confermato la fuga di dati, e di conseguenza ha iniziato ad inviare degli SMS a coloro che risultano essere, sino ad ora, le vittime dello sfortunato evento. Di seguito ecco un esempio.

Ho mobile

Come potete notare, viene riportato esplicitamente il fatto che i propri dati siano stati trafugati da parte di questi malintenzionati, e di conseguenza venduti nel deep web, la parte “oscura” di internet, dove vengono commessi dei veri e propri crimini; e statene certi, la fuga di dati è solo un crimine minore rispetto a quello che circola di solito nel deep web. In ogni caso non è da ignorare perché si è soggetti a rischi dei quali stiamo per parlare.

Quali sono i rischi?

Abbiamo due principali rischi: la profilazione e la portabilità.

La profilazione, con i dati di Ho Mobile, altro non è che l’acquisizione da parte di altri operatori telefonici, di telemarketing, che andranno ad acquisire le vostre generalità e di conseguenza inizieranno a tempestarvi di telefonate, messaggi e chi ne ha più ne metta; d’altronde la profilazione è comunque un rischio minore perché basta ignorare ed il gioco è fatto.

La portabilità invece, molto più grave, è il trasferimento del vostro numero su una qualsiasi piattaforma virtuale o altro smartphone che permetta di “recuperare” la scheda. Dico recuperare perché purtroppo nei dati trafugati sono presenti i numeri seriali delle schede SIM, dati molto pericolosi. Ad esempio perché coloro che ricevono gli OTP (One Time Password) da parte di banche, per l’accesso al proprio conto corrente, sono esposti anche ad una possibile “rapina virtuale“, perché questi malintenzionati potrebbero voler recuperare in primis le credenziali dei vostri conti bancari, ed utilizzare il numero di cellulare acquisito illegalmente come chiave d’accesso.

Un duro colpo davvero per Ho Mobile. Potrebbe anche accadere che veniate iscritti a siti poco raccomandabili, i quali provvederanno ad addebitare sul vostro cellulare le spese dei servizi offerti. Le mie d’altronde sono supposizioni che comunque potrebbero accadere; dunque cosa fare?

Quali sono i rimedi?

Ebbene, dopo quanto accaduto Ho Mobile ha avvisato i propri clienti, disponendo la sostituzione gratuita della SIM, cambiando di conseguenza il seriale e limitando al massimo quelli che possono essere i possibili danni. Attenzione, cambiando la vostra SIM, non cambierà in alcun modo il numero.

Ho Mobile

Per cambiare la SIM dovrete recarvi presso un centro Ho Mobile, o comunque un affiliato allo stesso, potrebbe anche essere un centro Vodafone. In ogni caso vi rimandiamo alla sezione dedicata all’individuazione di un centro, disposta proprio da Ho Mobile. Ricordatevi di portare con voi la SIM e un documento di identità valido, per effettuare la verifica.

Eventuali casi

  • Nel caso in cui aveste abilitato la ricarica automatica dal vostro conto corrente bancario, niente paura: i malintenzionati non hanno accesso diretto al vostro conto corrente;
  • Se non potrete recarvi in un negozio purtroppo non sarà possibile effettuare la sostituzione della SIM a domicilio, sarà infatti necessario verificare la vostra identità in loco.
  • Se non siete stati contattati da Ho Mobile, e non siete dunque vittima dell’attacco hacker, non preoccupatevi: i vostri dati non sono stati trafugati, d’altronde sarebbe bene cambiare comunque la password dei vostri account; non si sa mai.

Speriamo di esservi stati d’aiuto nei nostri limiti, continuate a seguirci. Per rimanere aggiornati vi invitiamo a seguirci, sia qui, sia su Instagram e Telegram, dove è presente un gruppo di appassionati all’interno del quale potrete scambiare due chiacchiere.

Leggi anche: Know By Heart – Gioco mobile di avventura molto particolare in arrivo nel 2021!